Domenica 25 Settembre 2016 | 09:09

Più letti oggi

EX ASSESSORE REGIONALE

Politica in lutto: è morto Vittorio Pieri

Per 30 anni protagonista sia della vita amministrativa cesenate che di quella regionale

Politica in lutto: è morto Vittorio Pieri

CESENA. E’ morto nella prima serata di ieri, all’età di 73 anni, l’ex assessore regionale ai Trasporti Vittorio Pieri. Socialista, “Tolo”, come lo chiamavano gli amici, era nato a Cesena il 17 febbraio 1943, ed era stato allievo dell’istituto tecnico Renato Serra. Poi si è laureato in economia e commercio all’Università di Bologna ed ha esercitato la professione di dottore commercialista a lungo.

E’ stato però soprattutto un protagonista di primo piano della vita politica cesenate per oltre due decenni: dal 1973 fino al 1990, per poi ricoprire importanti ruoli in Regione per altri dieci anni, fino al Duemila.

Era entrato in Consiglio comunale a 30 anni, nel 1973, eletto nelle fila del Partito Socialista Italiano.

Dal 22 novembre 1973 al 15 giugno 1975 ha ricoperto la carica di assessore comunale al Bilancio, Patrimonio, Municipalizzate e coordinamento Enti Collaterali nella giunta Pci - Psi guidata dal sindaco Leopoldo Lucchi.

Dopo le elezioni comunali del 1975, è stato anche vice sindaco e assessore alla Programmazione, Servizi Speciali, Traffico, Municipalizzate e coordinamento Enti Collaterali.

Dal 1 agosto 1975 al 3 novembre 1976 nella giunta Pci- Psi guidata dal sindaco Leopoldo Lucchi.

Era tornato a ricoprire la carica di vice sindaco nel 1980 nella giunta guidata da Leopoldo Lucchi, coprendo contemporaneamente l’incarico di assessore al Bilancio, Finanze, Tributi, Patrimonio ed Economato (fino al marzo 1984) e poi di assessore allo Sviluppo Economico, Attività Produttive, Industria, Agricoltura, Artigianato, Commercio, Fiere e Mercati fino al 12 maggio 1985.

Ha quindi proseguito il suo impegno politico in Regione, dove era stato eletto per due legislature (1990-2000) e ha ricoperto il ruolo di assessore Regionale ai Trasporti e Vie di Comunicazione dal maggio 1990 all’aprile 2000, nelle giunte guidate da Enrico Boselli, Pier Luigi Bersani e Antonio La Forgia.

Dal Duemila aveva abbandonato la politica attiva, tornando a tempo pieno alla sua professione.

Lascia la moglie Franca e due figli, Antonella e Paolo. I funerali si terranno lunedì pomeriggio. E’ morto al termine di una parabola di malattia durata per circa un anno. Per un male che gli era stato diagnosticato proprio 12 mesi fa. Ancora non è stato ufficializzato il luogo delle esequie. La famiglia vorrebbe tenerle a Tipano: frazione di cui Pieri era originario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000