PSICOLOGO CESENATE

Ecco la Fabbrica dei Ricordi

Tra narrazione, metafora, psicologia e filosofia

di di Alessandro Burioli

12/03/2016 - 16:57

Ecco la Fabbrica dei Ricordi

Ian Giovanni Soscara

CESENA. E’ uscito giovedì “La fabbrica dei Ricordi”, antologia di metafore cliniche e narrative, opera prima di Ian Giovanni Soscara, quarantacinquenne psicologo originario di Sanremo ma cesenate d’adozione. Il libro, stampato e distribuito dalla Cairo Editore, sarà ufficialmente presentato tra una settimana, sabato 19 alle ore 17.30, alla Giunti di Cesena.

A Cesena, Ian Soscara è arrivato nel 1992 per studiare. Si è fermato a vivere. Sposato con Barbara, padre di Lucrezia e Bianca, è co-fondatore, insieme al dottor Denis Ceccarelli, del Polo clinico - Psicologia Facile in corso Cavour. E’ anche referente d’appoggio per l’area psicologica dell’Ac Cesena e insegnante al Cnos-Fap (Centro nazionale opere salesiane - formazione e aggiornamento professionale) di Forlì.

«Questo mio primo libro - spiega Soscara - è il frutto della mia esperienza clinica ma anche della mia esperienza di marito e babbo. Sono tante storie, in parte figlie del disagio personale incontrato durante le psicoterapie con le persone, le coppie e le preziose famiglie, e in parte narrate come veri e propri racconti, che hanno contribuito a creare la mia storia di oggi».

Il progetto di Soscara, che dopo la laurea in psicologia ha conseguito un’importante specializzazione in psicoterapia sistemica relazionale all’Iscra di Modena, è al tempo stesso semplice e ambizioso.

«Ho cercato di coniugare narrazione, metafora, psicologia e filosofia. E tutte queste sfere sono guidate da un filo comune, una fioritura: le mie sono storie di vita che possono assumere varie tonalità, sono storie della quotidianità che sappiamo essere così reale e schietta. Queste storie vorrebbero incontrare le vostre per crearne di nuove e meglio formate. Sono storie per riflettere. Io sono molto soddisfatto del risultato finale e onestamente non mi sarei mai fermato perché amo scrivere e creare qualsiasi cosa che prima non c’era».

In questa opera prima è presente anche la metafora “La musica del sé”, l’unica già... venuta alla luce: «Era stata pubblicata in “Maieutica”, importante rivista scientifica di terapia famigliare. «Questa e altre le avevo scritte in occasione del ciclo di conferenze psico-educative “Simplexity”, tenuto al Teatro Verdi, in cui, oltre a noi relatori, erano presenti attori teatrali che trasferivano in scena parte dei disagi da noi descritti».

Che prima o poi Soscara si sarebbe dato alla scrittura, stava... Scritto nell’indirizzo della casa di Sanremo nella quale ha vissuto i suoi primi 22 anni: «La casa di famiglia a Sanremo è in Mulattiera San Romolo, la stessa strada in cui ha abitato in gioventù Italo Calvino, e come lui anch’io mi sono diplomato al Liceo Classico Cassini, e in cui ha vissuto anche il poeta Luciano De Giovanni. Però io credo di essere stato un adolescente molto più turbolento di loro». Turbolento un tempo, riflessivo e creativo ora.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c