Lunedì 05 Dicembre 2016 | 13:28

CESENATICO

Due fratelli trovati morti in casa

A causa forse delle esalazioni, ma emerge una situazione di gravissimo disagio. Un capanno fatiscente, tantissima immondizia e una giungla in giardino in una via nel pieno centro cittadino, attorniata da abitazioni di pregio

 Due fratelli trovati morti in casa

CESENATICO. Due anziani fratelli trovati morti in casa ieri sera. Le cause devono ancora essere stabilite con precisione, ma dalla casa dove abitavano emerge una situazione di gravissimo disagio.

I morti sono Adele e Mario Bonini. Lei aveva un’ottantina d’anni, lui era sulla settantina. L’allarme è scattato ieri sera poco prima delle 21. Con i due fratelli abitava anche un’altra sorella, ma a quanto pare era fuori casa, andata a trovare un quarto fratello in precarie condizioni di salute.

Ai primi soccorritori si è presentato uno scenario apocalittico. La specie di capanno dove vivevano i tre fratelli - in via Ginesio Marconi, in pieno centro cittadino, non distante dalla Vena Mazzarini, in una strada con abitazioni di pregio - era attorniato da tantissimo verde incolto da tempo immemorabile. Una specie di giungla con anche un albero caduto a terra, coperto da una sorta di telone.

E immondizia di vario genere e dappertutto, sia all’esterno che anche dentro casa.

Quando i vigili del fuoco sono entrati sembra non abbiano trovato tracce di monossido di carbonio, ma una gran puzza di fumo. Come se avesse presso fuoco l’immondizia presente. Si dovrà quindi stabilire se la morte è avvenuta per le esalazioni o per qualche altro motivo.

Dopo il ritrovamento e le prime ricognizioni sul posto, il magistrato ha dato subito l’ordine di far rimuovere le due salme da parte dei necrofori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000