VIAGGIO IN IRLANDA

Zambelli rivede la barca del lungo naufragio

Missione insieme a studenti e insegnanti della Fondazione Ikaros per studiare recupero e restauro

Zambelli rivede la barca del lungo naufragio

Zambelli su Tenace a Brando Bay

RIMINI. “Tenace” sarà al centro di un progetto di recupero e restauro che coinvolge i ragazzi della Fondazione Ikaros di Grumello del Monte (Bergamo). Nei giorni scorsi lo skipper Michele Zambelli si è recato in Irlanda con due studenti e due professori dell’istituto lombardo per verificare le condizioni della barca che dopo l’abbandono durante la Ostar ha navigato da sola dal largo di Terranova fino alla spiaggia di Brandon Bay, circa duemila miglia in cinque mesi e mezzo.

«È stato un miracolo», commenta il velista romagnolo, «attorno a Brandon Bay ci sono scogli e falesie. La barca invece ha scelto un tratto sabbioso in un posto bellissimo dove le mucche vanno a pascolare in riva al mare».

Zambelli ha incontrato i volontari della guardia costiera locale e il contadino che ha provveduto al recupero di “Tenace”. Lo scafo è messo bene ma non sarà facile organizzare il trasporto in Italia. «Comunque ci proveremo», assicura lo skipper forlivese. «Rientrare a bordo è stato impressionante. Non avrei mai pensato di poterlo fare».

LASCIA IL TUO COMMENTO >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 2500

Corriere Romagna (©) - 2017