Mercoledì 07 Dicembre 2016 | 09:40

Lettere al Direttore

Viabilità Porto canale, Milano Marittima una (smart) city?

Gentile direttore, tramite la vostra gentile pubblicazione desidero rivolgermi al sindaco di Cervia, Luca Coffari, e all’assessorato all’urbanistica. Sono una mamma di tre bimbi piccoli. Bolognese, ma direi anche romagnola d’adozione, o meglio cervese. Sin da piccola, infatti, e anche oggi in famiglia, trascorriamo molto del nostro tempo libero a Cervia. In estate e in inverno. Amiamo il mare in tutte le stagioni. Ma oggi Le scrivo perché soprattutto da quando sono mamma alcuni limiti della viabilità cervese sono diventati insostenibili. Mi riferisco in particolare al tratto del Porto canale lato Milano Marittima (via Paratoie fino alla spiaggia) che d’estate si trasforma in una vera e propria roulette russa. Autobus di linea, macchine, moto, risciò, biciclette, pedoni, qualcuno, come me, con una carrozzina per bambini. Altri anche in sedia a rotelle per disabili. Ognuno alla propria velocità. Ognuno con il proprio senso del rispetto e del pericolo (per se’ e per gli altri). Mi chiedo se si debba sempre aspettare che capiti il peggio per riflettere su quanto è un'assoluta evidenza: serve una pista ciclabile, bisogna ripristinare un marciapiede sufficientemente largo per due pedoni appaiati, bisogna rivedere il traffico su gomma (anche differenziandola tra periodo estivo e invernale). Se ne guadagnerebbe certamente in sicurezza e quanto, aggiungo, anche in termini paesaggistici? Basterebbe un po' di buon senso. La volontà di mettere a profitto questi mesi invernali con semplici ed economici accorgimenti. Cervia ha la fortuna di aver eletto da pochi anni un sindaco molto giovane. Credo che nessuno, meglio di lui, possa interpretare il moderno concetto di smartness, intelligenza. Oggi, infatti, si parla molto di smart City, città intelligenti nel riciclo dei rifiuti, nei trasporti, nella mobilità, nel rispetto dell'ambiente. Insomma, della governance. Cervia non può non essere smart. Non tanto perché siamo in Emilia Romgna. Ma perché siamo in Europa. In previsione del Natale alle porte, auguro a Cervia il meglio. Certamente una bella pista ciclabile. Se lo merita.

Letizia Rossi, mamma e blogger

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Corriere di Romagna

Caratteri rimanenti: 1000