Media Gallery

La bufera peggiora, nel pomeriggio la decisione sulle scuole

Dalla sera invece le previsioni prevedono sulla costa tempo molto nuvoloso con pioggia mista a neve

RIMINI. Maltempo: continua a colpire la città di Rimini e tutta la provincia la perturbazione nevosa proveniente da Nord. Nel pomeriggio la decisione sulla chiusura delle scuole. 

Ha iniziato a cadere sulle colline riminesi la neve che dalle 5 di questa mattina è arrivata, via via sempre più intensa, anche sulla costa e il centro città. 2 – 3 cm di neve a Montecieco, via Marignano che da subito hanno comportato l’uscita dei mezzi spazzaneve, così come è avvenuto poi su via Covignano e Sant’Aquilina. Più alta la neve caduta a San Paolo che già prima delle 7 misurava 3 – 4 centimetri. Una nevicata che in queste ore si è caratterizzata per zone di diverse d’intensità proveniente da Nord. Ed è stato su quella parte della città che in queste prime ore di giovedì 1° marzo le precipitazioni nevose sono state più intense per poi espandersi a macchia su tutto il territorio comunale.

Una condizione che le previsioni di Arpae danno in peggioramento nel pomeriggio quando sulla costa così come sui rilievi sono previste condizioni del tempo molto nuvoloso con nevicate moderate. Dalla sera invece le previsioni prevedono sulla costa tempo molto nuvoloso con pioggia mista a neve; sui rilievi molto nuvoloso con deboli nevicate. Temperature massime pomeridiane comprese tra -3° sui rilievi e 1° sulla costa.

Operativi tutti i mezzi previsti dal Piano neve che stanno operando sulla viabilità principale della città secondo le priorità che le squadre operative sul campo di Anthea e della Polizia municipale rilevano e segnalano, in particolare in queste prime ore nella zona collinare e periferica della città dove sta maggiormente nevicato. Alle 9,30 la situazione sulle strade, specie su quelle della parte urbana, non registrava accumuli significativi di neve anche grazie al lavoro continuo di spazzatura e salatura che da tre giorni, da quando l’ondata di maltempo ha colpito la città, le squadre d’Anthea stanno portando avanti praticamente in maniera ininterrotta.

Operative nella mattinata anche le squadre per l’intervento manuale che operano nei punti critici come marciapiedi, camminamenti, sottopassaggi pedonali su cui si è intervenuti in maniera organica. Interventi anche per garantire l’accesso ai servizi di pubblica utilità come gli uffici postali. La decisione sull’apertura delle scuole per domani, che dopo tre giorni di chiusura verrà presa nel primo pomeriggio, determinerà l’impiego di tutte le risorse disponibili per questo tipo d’intervento liberando piazzali ed accessi agli istituti scolastici così da permetterne l’uso in sicurezza.

 Il piano neve del Comune di Rimini prevede la presenza di 33 mezzi spazzaneve operano sia nella zona urbana sia nella zona a monte della statale. Circa 400 le tonnellate di sale in dotazione e otto i mezzi spargisale anch’essi suddivisi per competenza come gli spazzaneve tra zona urbana e extraurbana della città.

Accanto al lavoro dei grandi mezzi che stanno operando sulla grande viabilità prima di dedicarsi a quella minore, quello minore realizzato con l’uso di mezzi più piccoli come i bobcat appositamente attrezzati con lame, a cui si affianca l’intervento manuale delle squadre.

Corriere Romagna (©) - 2018 P.Iva 00357860402
logo w3c